IL PRIMO PERCORSO ACCADEMICO DI STUDI OLISTICI ONLINE

Corso in Salute Naturale

Diventa un operatore olistico con competenze nel campo
della salute e del benessere, per l’evoluzione dell’individuo
integrando varie tecniche naturali e energetiche.

DURATA

oltre
1000 ore

Chi è l'Operatore Olistico specializzato in Salute Naturale?

L’Operatore Olistico è un facilitatore della salute e dell’evoluzione integrata. Opera con le persone sane o con la parte sana delle persone “malate” per ritrovare l’armonia psico-fisica attraverso l’uso di tecniche naturali, energetiche, artistiche, culturali e spirituali. Si premura di verificare su di sé la bontà e l’innocuità dei metodi che intende utilizzare, prima di estenderli ad altri, sapendo che dovrà comunque essere in grado di adattarli allo stile di vita ed alle credenze dei suoi clienti, senza porsi in condizione conflittuale con loro.

Opera consapevolmente sulla coscienza umana per orientare l’attuale stato del pianeta verso una direzione positiva e sostenibile, con l’obiettivo di favorire una cultura olistica ed un’educazione spirituale, volte a migliorare l’utilizzo delle risorse umane e la condivisione delle conoscenze.

Non è un operatore sanitario, non fa diagnosi e non cura malattie fisiche o psichiche, non prescrive medicine o rimedi, quindi non si pone in conflitto con la medicina ufficiale, anzi ci collabora, la sostiene e la integra con le sue competenze olistiche, al fine di promuovere il benessere globale della persona. Si rende inoltre disponibile ad esporre in modo circostanziato, in particolar modo con i suoi clienti e gli operatori sanitari, i possibili vantaggi che potrebbero derivare dall’integrazione dei diversi saperi e metodiche.

La professione di Operatore specialista in Salute Naturale nasce all’interno del paradigma olistico in cui tutto è considerato interdipendente. Ha competenze nel campo della salute e del benessere ed è capace di orientare e facilitare la salute e l’evoluzione globale dell’individuo utilizzando e integrando prevalentemente tecniche naturali, energetiche, psicosomatiche e di crescita interiore.

L’Accademia Opera è la Scuola Professionale per Operatori Olistici e Naturopati del Centro di Ricerca Erba Sacra, che dal 2000 opera nel campo della formazione a distanza.

Il piano di Studi

Il piano di studi è formato da 20 corsi online che comprendono le principali discipline di un percorso naturopatico e materie di formazione olistica, di crescita personale e di comunicazione. E’ anche richiesta la conoscenza di base di Anatomia e Fisiologia da studiare su testi consigliati dai docenti.

Agli allievi è fornito un manuale con gli elementi di Deontologia Professionale e le norme fiscali per gli operatori olistici e saranno suggeriti ebook didattici utili all’approfondimento delle materie di studio.

Il percorso formativo si conclude con la presentazione e la discussione in una delle sedi Erba Sacra o, a scelta, in videoconferenza, di un Elaborato Finale.

L’allievo ottiene il titolo di Operatore Olistico specialista in Salute Naturale che gli consente di iscriversi nei Registri Professionali ASPIN ed esercitare la professione ai sensi della legge 4/2013.

Chi lo desidera può successivamente ottenere anche il titolo di Naturopata iscrivendosi ai soli corsi della Formazione in Naturopatia Salus Energy mancanti nel piano di studi già frequentato.

DURATA

oltre 1000 ore

*Possono essere concordate con la segretaria diverse modalità di rateizzazione e durata del corso.

Pagando in un’unica soluzione avrai uno sconto del 20%

TITOLO ACQUISITO

Operatore Olistico specialista in Salute Naturale

Vantaggi

Flessibilità

flessibilità dell’insegnamento con tempi gestiti totalmente dall’allievo;

Comprensione

stile e linguaggio di facile ricezione per ogni tipo di allievo;

Formazione Personalizzata

personalizzazione della preparazione e individuazione delle più opportune attività esperienziali da proporre allo studente.

2 Tutor online

possibilità di interagire con 2 tutor on-line sempre disponibili, che ti seguiranno per tutta la durata della formazione;

Qualità

La formazione online di l’Accademia Opera, Ente Formativo di Erba Sacra, consente di realizzare un percorso di qualità abbattendo costi e tempi.

Guide e Suggerimenti

suggerimenti e guide per l’approfondimento degli argomenti di maggiore interesse e per la verifica dell’autoapprendimento delle materie apprese.

Riconoscimenti

A conclusione degli insegnamenti previsti dal Piano di Studi, discusso l’elaborato finale, l’allievo ottiene il titolo di Operatore Olistico specialista in Salute Naturale che gli consente di iscriversi nei Registri Professionali ASPIN ed esercitare la professione ai sensi della legge 4/2013.

Diventa un Operatore Olistico, migliora la tua vita

Dott.ssa Costanza Fino

Il referente presenta il percorso professionale.

Piano di studi

Il Piano di Studi è formato da corsi online e ebook didattici che comprendono gli insegnamenti fondamentali.
Clicca su ciascun corso per descrizione, programma e docente

Docente: Susanna Garavaglia

In questa Alleanza che si stabilisce tra le due parti nasce una sorta di contratto d’anima: sia l’Operatore che il Cliente si trasformano attraverso gli incontri di terapia. Se anche l’Operatore non si trasforma, posto che il Cliente sia “guarito”, l’incontro è stato sterile, privo di una parte sostanziosa della sua efficacia.

Questa Alleanza è quind un Viaggio che Operatore e Cliente compiono insieme, dall’inizio alla fine. In ogni Relazione d’Aiuto l’uno e l’altro i poli di questa relazione, camminando insieme, si trasformano grazie all’incontro e all’ integrazione in sé di una serie di Archetipi, guide interiori che orientano la vita, in quel particolare momento, verso direzioni ben precise e definite.

In questo corso intitolato, appunto, Alleanza Terapeutica, esaminiamo insieme le principali differenze tra una relazione d’aiuto unicamente Sintomatica ed invece una Olistica e conosciamo quali Archetipi vengono rispettivamente esplorati ed integrati in entrambe, sia dal punto di vista dell’Operatore che dal punto di vista del Cliente.

Argomenti Trattati

Lezione 1 
Quando si parla di Alleanza Terapeutica nel rapporto tra un Operatore Olistico e il suo Cliente. Differenza tra questo rapporto nella Visione Sintomatica e nella Visione Olistica. Caratteristiche dell’AT (Alleanza terapeutica): Accoglienza, Ascolto, Consapevolezza dei propri limiti, Consapevolezza dei propri punti di forza, Empatia, Intesa, Compassione.

Lezione 2 
L’Alleanza terapeutica (AT) come viaggio che Operatore Olistico e Cliente percorrono insieme, integrando via via ambedue una serie di archetipi. Schema del Viaggio negli Archetipi. Schema e significato dei principali Archetipi.

Lezione 3 
Ripresa dello schema del Viaggio nella visione sintomatica e nella AT. Analisi degli Archetipi presenti nella Visione Sintomatica: il Paziente da’ spazio all’Innocente e all’Orfano, il Terapeuta sviluppa l’Archetipo del Sovrano. In comune intrecciano il Guerriero. Esempi di casi nella Visione Sintomatica.

Lezione 4 
Il Viaggio negli Archetipi nella AT si sviluppa in 10 tappe. Prima Tappa: il Cliente attiva l’Archetipo dell’ Innocente e dell’ Orfano, l’Operatore Olistico quello dell’ Angelo Custode. Seconda Tappa: il Cliente attiva l’Archetipo del Guerriero, l’Operatore Olistico quello dell’ Angelo Custode. Terza Tappa: il Cliente e l’Operatore Olistico attivano ambedue l’Archetipo del Cercatore. Spiegazione ed esempi.

Lezione 5
Ripresa delle differenze tra Visione Sintomatica e Visione Olistica. Ripresa degli schemi degli Archetipi, della differenza tra i due Viaggi, delle prime tre tappe con nuovi esempi. Quarta Tappa: il Cliente attiva l’Archetipo del Distruttore, l’Operatore Olistico quello del Creatore. Quinta Tappa: il Cliente e l’Operatore Olistico attivano ambedue l’Archetipo dell’ Amante. il Cliente e l’Operatore Olistico attivano ambedue l’Archetipo del Creatore .Spiegazione ed esempi.

Lezione 6 
Ripresa delle tappe precedenti con nuovi esempi. Settima Tappa: il Cliente e l’Operatore Olistico attivano ambedue l’Archetipo del Sovrano. .Ottava Tappa: il Cliente e l’Operatore Olistico attivano ambedue l’Archetipo del Mago. Nona Tappa: il Cliente e l’Operatore Olistico attivano ambedue l’Archetipo del Saggio. Spiegazione ed esempi.

Lezione 7 
Decima Tappa: il Cliente attiva l’Archetipo del Folle, l’Operatore Olistico quelli dell’ Angelo Custode e del Folle. Spiegazione ed esempi. Ricapitolazione di tutte le tappe e differenza tra Visione Sintomatica e Visione Olistica. Differenza tra la Struttura del Sistema di Pensiero Condizionante e il Pensiero basato sull’Amore.

Lezione 8 
Ripresa della differenza tra Visione Sintomatica e Visione Olistica della Malattia, della Guarigione e della Salute con nuovi esempi. Lavoro personale di potenziamento della Parte Sana e avvio di guarigione della Parte Bloccata.

Docente: Alessandra Sordi

Il corso realizzato dalla dottoressa Alessandra Sordi, studiosa, ricercatrice e erborista di grande esperienza è rivolto a chiunque voglia conoscere e approfondire le nozioni di base sull’uso delle erbe (in particolare della flora mediterranea) a scopo terapeutico, cosmetico e culinario.

L’impostazione del corso, che privilegia gli aspetti pratici e le notizie utili (e anche curiose) rispetto alla parte teorica che contiene tutte le informazioni necessarie ma è trattata in modo semplice e conciso, è del tutto nuova e consente a chiunque abbia interesse, di parteciparvi con profitto, senza necessariamente possedere quelle conoscenze di base molto ampie che di norma sono richieste per frequentare corsi avanzati di erboristeria.

Le numerose informazioni pratiche, le formule originali proposte dall’autrice per realizzare prodotti per il benessere naturale e le informazioni sull’uso culinario e le proprietà terapeutiche delle piante usate in cucina, anch’esse corredate da originali e poco conosciute formule antiche, rendono il corso accessibile e utile sia a chi non ha alcuna conoscenza della materia, sia ai professionisti che già operano nel settore del benessere naturale.

Argomenti trattati

1 L’origine della vita:
Tutte le informazioni di base (complete per gli obiettivi didattici di questo corso) sul mondo vegetale e animale, con cenni sulla morfologia, sulla fisiologia del mondo vegetale e sulla classificazione delle piante

  • Premessa
  • Il mondo vegetale
  • Il mondo animale
  • Cenni di fisiologia delle piante
  • Cenni di classificazione delle piante

2 Il benessere naturale:
Le lezioni contengono numerose formule (non teoriche, ma derivanti dalla quotidiana e decennale pratica dell’autrice) di tisane e decotti. Sono anche riportate istruzioni dettagliate per fare in casa elisir, vini medicinali, liquori alle erbe, preparati con oli essenziali per vari scopi terapeutici, e profumi.

  • Premessa
  • Tisane e decotti
  • L’erboristeria moderna
  • Tinture madri e gemmoderivati, le nuove frontiere dell’erboristeria
  • Gli oli essenziali ed i profumi naturali

3 Uso cosmetico di erbe, fiori e frutta:
Uso cosmetico di erbe, fiori, frutta con una parte dedicata alla pelle e agli annessi cutanei (peli e capelli). Formule e spiegazioni per fare creme, shampoo, oli da bagno e da massaggio… Tutte le formule riportate sono realizzabili in quanto le materie prime sono facilmente reperibili in commercio e la metodica è semplice.

  • Premessa
  • Le etichette dei prodotti cosmetici
  • La pelle e gli annessi cutanei
  • I vari tipi di pelle
  • Le creme da giorno
  • Le creme nutrienti
  • Shampoo e preparati per capelli
  • Igiene e prodotti per il bagno
  • I solari
  • La cura del corpo
  • Come usare i prodotti cosmetici

4 Uso culinario delle erbe, secondo l’antica tradizione:
Uso culinario delle erbe e proprietà terapeutiche delle piante usate in cucina, con numerose formule antiche per unire il gusto di erbe comuni alle loro attività per il benessere fisiologico. Vengono anche descritte le proprietà di molte erbe, frutti e ortaggi e indicazioni sulla loro utilizzazione con varie formule che vanno dal pane casalingo alla crema di ribes.

5 L’antica medicina mediterranea:
Sono illustrati i principi fondamentali dell’Antica Medicina Mediterranea, preziose conoscenze mediche ed erboristiche legate all’area mediterranea che sono andate perse e che è opportuno approfondire e rivedere in chiave moderna.

Docente: Ferdinando Alaimo

Questo corso propone agli interessati un viaggio nel mondo delle piante medicinali alla ricerca della loro anima e della nostra; alla scoperta delle loro virtù curative e della nostra capacità di guarire. E’ un’occasione per imparare a riconoscerle e riconoscersi in loro.

L’editoria ha prodotto centinaia di libri sulle piante medicinali che ci hanno ampiamente informato sulla loro morfologia, sui loro principi attivi e sulle loro azioni terapeutiche, sono i libri che hanno detto alle piante chi sono. Rarissimi sono invece quelli che hanno chiesto alle piante chi sono e si sono disposti all’ascolto.

Le moderne analisi di laboratorio hanno confermato molte delle virtù curative che gli antichi erboristi assegnavano alle piante medicinali. Come mai? Evidentemente avevano una capacità di ascolto che noi abbiamo smarrito e che consentiva loro di intuire quanto noi oggi analizziamo. Intrattenevano con le piante un linguaggio simbolico che è giunto sino a noi perché ci appartiene, appartiene alla nostra anima che si esprime per simboli.

Questo corso propone a chi lo frequenta di ritrovare quel linguaggio simbolico, animico con le piante. Ci serviremo a tale scopo dei miti, che dei simboli sono il racconto, dove molte delle piante trattate compaiono come incarnazione, metamorfosi di alcuni dèi, spiriti e spiritelli. Sono miti che ci narrano, in tal modo, qualcosa delle loro qualità energetiche e psichiche; ci rivelano a quale grande archetipo fanno capo. Ci serviremo dell’astrologia che proietta quegli archetipi nel cosmo e perciò con le piante ce li fa comuni. Ci serviremo dell’erboristeria alchemica o spagiria, che in questi termini simbolici ragionava.

Capovolgeremo il punto di vista: vedremo come le loro virtù curative derivino, emanino da quegli archetipi e come grazie a questo rinnovato contatto animico con la pianta medicinale sia anche possibile una migliore comprensione della cura, curarci meglio.

Gli antichi erboristi che non separavano il corpo dallo spirito dei loro malati, ma li consideravano come un tutt’uno, conservavano la medesima attitudine nei confronti delle piante medicinali che usavano nelle loro pozioni. In tal modo i rimedi curativi si arricchivano di un potenziale terapeutico simbolico e psichico che si esaltava ulteriormente nel rito della somministrazione.

Si tratta di un patrimonio conoscitivo, ancora in parte presente nelle pratiche sciamaniche di alcune culture, che, grazie ai contributi della floriterapia del dr. E. Bach ed ai recenti studi di etnobotanica, è stato riscoperto negli ultimi decenni del secolo scorso anche dalla moderna erboristeria, e, in genere, da tutte le nuove tendenze di terapia olistica e psicosomatica che sono andate rivalutando la grande potenzialità curativa del simbolo e del rito.

Argomenti trattati

  • Introduzione : il giardino degli Dei;
  • Ciclo zodiacale e ciclo vegetativo;
  • Piante solari;
  • Piante lunari;
  • Piante mercuriane;
  • Piante marziane;
  • Piante venusiane;
  • Piante saturnine;
  • Piante gioviniane;
  • Piante uraniane;
  • Piante nettuniane;
  • Piante plutoniane;
  • Qualche esempio pratico: come trovare le proprie piante alleate e come servirsene.

Docente: Luca Nave

Il corso nasce da un’esigenza di chiarezza concettuale e metodologica circa l’attuale situazione vissuta dai professionisti della cura, che quotidianamente operano nei diversi settori della bio-medicina. Quest’ultima infatti, nell’ultimo secolo ha conseguito strepitosi successi in ambito diagnostico e terapeutico che hanno permesso di debellare malattie un tempo mortali ma, ciò nonostante, si sente parlare di “crisi della medicina”; si sentono profonde lamentele a riguardo delle modalità di essere medico e di essere paziente, lamentele che spesso giungono addirittura nelle aule dei tribunali, dove i giudici si trovano sempre più spesso a dirimere dibattimenti riconducibili a quella che viene definita la mal-practicedelle professioni sanitarie.

Il corso intende affrontare direttamente questa situazione paradossale, che in realtà è, almeno a tratti, solo apparente: ad essere entrata in crisi non è la bio-medicina in sé – i successi diagnostici e terapeutici sono evidenti, innegabili e sotto gli occhi di tutti – bensì il paradigma bio-meccanicista della medicina sperimentale che, se da una parte è garanzia di cure-terapie-trattamenti biologicamente sempre più efficaci, dall’altra mostra la tendenza, implicita nel suo stesso metodo di spiegazione e di cura della malattia biologica, a trascurare gli aspetti psicologici, sociali ed esistenziali coinvolti in ogni patologia, e che dunque dovrebbero essere presi in considerazione in ogni processo di cura della persona. Il paziente esprime certamente il desiderio di essere guarito dalla malattia che affligge il suo corpo-macchina, ma vorrebbe anche essere curato, appunto, come una persona globale.

Il corso è rivolto in particolare agli “operatori della cura”, ma può essere frequentato da tutti coloro che sono interessati a scoprire ciò che sta a fondamento delle diverse pratiche di cura, di cura degli altri e della cura di sé, tramite un itinerario che attraversa le regioni della medicina, della filosofia e delle scienze umane.

Argomenti trattati

Prevede due parti fondamentali: la prima è un’introduzione teorica, storica e culturale in senso lato dell’idea di Cura, con l’obiettivo di consentire una profonda comprensione del significato del “prendersi cura” della persona e dell’ambito della “terapia-trattamento” del corpo malato; mentre la seconda parte è più “metodologica”, nel senso che contiene metodi e strumenti riconducibili al vasto movimento internazionale delle Medical Humanities, la cui principale aspirazione è di generare un felice connubio tra le scienze della natura e le scienze umane, in vista di una medicina che sappia guarire le malattie del corpo ma anche “prendersi cura” del paziente considerato nella totalità delle sue espressioni e manifestazioni nel mondo.

I PARTE

  • LEZIONE PRIMA: ORIGINI E SIGNIFICATI DELLA CURA
  • LEZIONE SECONDA: PARADIGMA IPPOCRATICO E LA CURA “GLOBALE”
  • LEZIONE TERZA. IL PARADIGMA BIO-MECCANICISTICO E LA NUOVA ALLENZA TRA MEDICINA E SCIENZA SPERIMENTALE PER LA CURA DEL CORPO MALATO
  • LEZIONE QUARTA. VERSO IL PARADIGMA BIO-PSICO-SOCIALE, PER LA CURA OLISTICA DELLA PERSONA
  • LEZIONE QUINTA. L’ETICA E LA CURA

II PARTE

  • LEZIONE SESTA. LE MEDICAL HUMANITIES
  • LEZIONE SETTIMA. LA MEDICINA NARRATIVA
  • LEZIONE OTTAVA. L’AUTOBIOGRAFIA E LA PEDAGOGIA SANITARIA
  • LEZIONE NONA. ANTROPOLOGIA MEDICA L’INFEMIERISTICA TRANSCULTURALE
  • LEZIONE DECIMA. IL COUNSELING FILOSOFICO IN SANITÀ E IL “SELF-CARE”. BIBLIOGRAFIA

Docente: Federico Bassetti

Il regno minerale è presente nella vita degli esseri umani più di quanto si possa credere.
Viviamo in un mondo incastonato di cristalli e non ne siamo sempre consapevoli, eppure senza il loro sostegno e influsso energetico, l’esistenza della Terra e dei suoi abitanti, sarebbe compromessa.
E’ necessario ristabilire un contatto con il primo regno della Natura per attraversare le crisi dell’anima, della mente e del mondo senza affanni, paure e distrazioni.

Scopo del corso è di rigettare i semi dell’atavica conoscenza dei cristalli che, sebbene si perpetui da millenni e l’uomo ne custodisca, inconsapevolmente, il ricordo, nel mondo moderno se ne sono sminuiti il valore e la vera forza: i cristalli non sono solamente oggetti ornamentali e talismani abbinabili ai segni zodiacali, come banalmente un’informazione blanda e superficiale può far credere, ma rivestono ruoli essenziali nel percorso di riequilibrio energetico, che nessun altro strumento terapeutico può sostituire.

L’intenzione con cui è stato costruito questo corso di cristalloterapia, è di trasmettere uno strumento sia interpretativo sia di conoscenza semplice e logica, che permetta di imbastire, coerentemente, il fitto tessuto, magico e misterioso, che sostiene le numerose verità dei cristalli.
Tutto giustificato da una nuova chiave di lettura che, mettendo a confronto le più antiche filosofie umane e spirituali, con le recenti sperimentazioni scientifiche, apre la consapevolezza a un’ampia e logica prospettiva, creando una visione d’insieme che spazia dall’approccio scientifico ed empirico, all’interpretazione dei cristalli, pur lasciando la libertà di pensiero e molti spunti riflessivi e di approfondimento.

Coloro che, dopo aver frequentato il corso on line che fornisce tutti i contenuti necessari per un’ottima conoscenza della materia, vogliono acquisire anche le conoscenze pratiche o vogliono operare come cristalloterapeuti, potranno frequentare i seminari esperienziali organizzati da Erba Sacra con lo stesso docente.

Argomenti trattati

  • Era dell’Acquario: i cristalli, ricalibratori di frequenze
  • Medicina e Vibrazione
  • Energia, Coscienza, Memoria
  • Uso dei cristalli nella storia
  • Campo aurico e Trasmissione cristallina
  • Le porte energetiche
  • Cristalli e Porte energetiche (1° parte)
  • Cristalli e Porte energetiche (2° parte)
  • Terapia con l’energia dei cristalli (nozioni teoriche)
  • Altri usi dei cristalli

Docente: Fabio Bellino

Scienza medica e cosmetica non sono separate ma interagiscono, salute e benessere (derivante da una percezione positiva del proprio aspetto) vanno di pari passo, si diffonde un approccio globale e unitario attento alle condizioni psicofisiche, alla immagine oltre che alla sostanza. L’invecchiamento della popolazione è ormai evidente, non si pretende di ringiovanire ma di vivere al meglio la propria età sotto il profilo della salute e delle condizioni estetiche. Le aree destinate ai prodotti cosmetici si estendono continuamente (nelle farmacie, profumerie, supermercati, etc.) dal momento che i principi attivi in essi contenuti sono, in molti casi, altamente efficaci; in questa ottica il cosmetico rappresenta oggi un mezzo igienico preventivo indispensabile per mantenere l’organo pelle nelle migliori condizioni funzionali. Inoltre la comunicazione tra individui non avviene solo attraverso le parole, ma anche attraverso l’aspetto del corpo; i prodotti di bellezza facilitano questo linguaggio, in quanto strumenti quotidiani per mantenere un buon aspetto. Cosmetologia: disciplina in continua evoluzione in quanto può modificare e/o migliorare lo stile di vita; la cosmesi funzionale ricerca continuamente nuovi principi attivi in grado di controllare, in particolare, i processi responsabili dell’invecchiamento cutaneo; scienza e tecnologia per creare prodotti cosmetici ottimizzati sotto il profilo della qualità intrinseca (efficacia, stabilità, innocuità, gradevolezza applicativa).

Obiettivo del corso è fornire informazioni essenziali sulla Cosmetologia, sintetizzando esaurientemente e con rigore scientifico le conoscenze indispensabili per chi desideri avvicinarsi e/o approfondire la materia. Può essere considerato anche uno strumento utile per chi voglia occuparsi del benessere quotidiano e della bellezza della pelle.

Il corso è rivolto agli operatori sanitari, di estetica applicata, del benessere, agli studenti e a chiunque voglia avvicinarsi al mondo della Cosmetologia.

Argomenti trattati

Il primo capitolo fornisce informazioni essenziali sulla struttura e sulle funzioni dell’organo pelle. Seguono capitoli riguardanti l’etichettatura dei prodotti cosmetici (contenitore, imballaggio) e alcune note legislative (informazioni utili per il consumatore). I capitoli riguardanti la chimica cosmetologica (ingredienti, forme cosmetiche, classi cosmetiche) permettono di addentrarsi nella formulazione (nomenclatura INCI riportata negli ingredienti) e nelle categorie dei prodotti cosmetici. Il capitolo sulle sostanze funzionali definisce le funzioni degli ingredienti (ad es. idratanti, umettanti, lenitivi, etc.). L’igiene cosmetologica si basa su tre momenti fondamentali che devono essere compiuti quotidianamente come atto di prevenzione; sono fornite informazioni sulla detersione (mediante tensioattivi, per affinità, sapone tradizionale, sapone di Marsiglia, syndets, bagnoschiuma, olio da bagno, shampoo), idratazione (ripristino funzione barriera), foto-protezione (schermi fisici, filtri chimici). La valutazione cutanea (check-up cutaneo) rappresenta uno strumento indispensabile per conoscere e saper gestire la propria pelle; consente inoltre una prescrizione cosmetica “ragionata” in base ai parametri funzionali emersi dall’esame. Il capitolo sui biotipi cutanei fornisce esaurienti informazioni sugli aspetti clinici (con note di fisiopatologia) e sul trattamento cosmetico della pelle con aumento di lipidi superficiali (“mista”, “grassa”), “secca”, sensibile. L’invecchiamento cutaneo prende in considerazione aspetti clinici (ad es. classificazione delle rughe) e trattamento cosmetico per il controllo del crono-aging (invecchiamento cronologico) e del photo-aging (invecchiamento foto-indotto). Infine vengono fornite 60 schede riguardanti ingredienti vegetali per uso cosmetico; la fitocosmesi, infatti, va considerata una specializzazione della cosmesi funzionale dal momento che le materie prime vegetali trovano in cosmetica svariate applicazioni.

Docente: Susanna Garavaglia

Il contatto con alcuni istanti di coscienza pura apre ad una relazione al di là dell’ego e ad una comunicazione non più tra due Personalità ma tra un Sé ed un altro Sé. Sono attimi magici che segnano una traccia nel nostro vissuto ed invitano a seguire questa traccia nella vita di tutti i giorni, facendo da apripista per una comunicazione nuova.

Gli esercizi e le esperienze raccontate e suggerite in questo corso aiutano a fare spazio dentro di sé e a entrare in quel silenzio fondamentale per capire prima di tutto noi stessi ed anche l’altro, sintonizzandoci sul suoi canali corporeo e su quello emotivo senza bloccarci di fronte a muri di parole che spesso diventano fortezze che ci separano l’uno dall’altro.

Prestando attenzione in modo nuovo alle nostre sensazioni e a quelle di chi ci è di fronte, scopriamo che non sono né buone né cattive ma, semplicemente, “sono” e ci accompagnano al di là dello Spazio e del Tempo, in quella dimensione dove passato, presente e futuro si incontrano.

La comunicazione vibrazionale è l’utilizzo del linguaggio emozionale per accorgerci del cambiamento e del nostro passaggio vibrazionale. In quest’ambito si entra in contatto, in modo esperienziale, con le proprie modalità relazionali al fine di consapevolizzare, e quindi trasformare, eventuali insicurezze, blocchi, atteggiamenti pregiudiziali che possono rendere meno efficace o addirittura falsare la relazione con gli altri e, pertanto, anche con noi stessi, facendoci credere che non sia possibile nessuna trasformazione, nessun cambiamento e chiudendo i nostri occhi al salto vibrazionale in atto in questo momento di grande opportunità individuale, sociale e planetaria.

Ci si scopre disponibili a mettersi in gioco, a camminare insieme anche per un brevissimo tratto di strada, a cambiare punto di vista, a vedere al di là delle apparenze, a sentire emergere talenti e potenzialità non ancora espresse.

Il corso accompagna a sviluppare un rapporto empatico attuando un ascolto profondo senza giudizio e pieno di rispetto, a sperimentare una comunicazione efficace, a sapersi ascoltare per poter ascoltare, a cogliere le proprie e le altrui emozioni, a riconoscere i propri punti di forza, ad accogliere ed accettare le proprie fragilità.

Argomenti Trattati

  • LEZIONE 1 – INTRODUZIONE
  • LEZIONE 2 – L’EMPATIA
    L’ Empatia, la percezione di Unita’ in se’ e nell’altro
    La Relazione che trasforma
    La fiducia nella Relazione
  • LEZIONE 3 – LA COMUNICAZIONE MULTIDIMENSIONALE
    La Comunicazione profonda
    Abbandono e accudimento nella relazione
  • LEZIONE 4 – LO SPECCHIO
    Lo Specchio di Metallo
    Lo Specchio di Cristallo
    Lo Specchio d’Acqua
    Lo Specchio Olografico
  • LEZIONE 5 – IL CENTRO DI COSCIENZA
    La relazione Io-Tu
  • LEZIONE 6 – LASCIAR ANDARE
  • LEZIONE 7 – UNA NUOVA COMUNICAZIONE
    Un nuovo modo di comunicare per l’Uomo e la Donna Nuovi
  • LEZIONE 8 – IL CENTRO DI COSCIENZA ESPANSO
    Io sono Noi
    Siamo Tutti Uno
    Io Siamo
  • LEZIONE 9 – CONDIVIDERE
    La Rete
    La Benedizione
    La Rinascita

Docente: Gaetana Camagni

La millenaria Ayurveda (“Scienza della vita”) è un metodo olistico di guarigione che ha lo scopo di mantenere in equilibrio il sistema corpo-mente. Riconosciuta dalla Organizzazione Mondiale della Sanità, questa antica conoscenza, che secondo la leggenda fu trasmessa agli umani per rivelazione divina e successivamente trascritta nei testi vedici, rappresenta attualmente una valida terapia alternativa e di accompagnamento alla scienza medica allopatica occidentale.

Argomenti trattati

  • I fondamenti dell’Ayurveda: i concetti basilari della filosofia ayurvedica; le caratteristiche dei 3 Dosha Vata, Pitta, Kapha (le bio-energie ayurvediche); come riconoscere e trattare gli squilibri personalizzando i trattamenti.
  • La dietetica ayurvedica: alimenti consigliati a ogni tipologia per equilibrare l’organismo; l’utilizzo della fitoterapia per mantenere e migliorare lo stato di salute; rimedi per la depurazione.
  • Diverse techniche di massaggio ayurvedico a secco e con gli oli (Abhyangam, Shirodhara, Garshan, Pinda Sveda); proprietà e utilizzo degli oli vegetali e medicati; aromaterapia ayurvedica; i principali punti Marma di digitopressione. Consigli e ricette di bellezza naturali: Ubatan (peeling naturale), massaggio facciale agli oli essenziali.
  • Esercizi di riequilibrio energetico: routine di igiene quotidiana, uso delle pietre preziose e semi-preziose e dei colori per armonizzare i chakra (centri energetici vitali), mantra ed esercizi di meditazione.

Docente: Renato Tittarelli

Il corso on-line di Aromaterapia realizzato da Renato Tittarelli, consulente aromatologo, vuole fornire gli elementi di conoscenza storica, filosofica, botanica, energetica e scientifica di questa scienza millenaria, riscoperta solo da alcuni decenni grazie a metodi d’indagine scientifici.

L’Aromaterapia si basa sullo studio e l’applicazione del potere e dell’intelligenza di guarigione che scaturiscono dall’identità energetica di una pianta aromatica, ossia degli oli essenziali o eterici, di provenienza completamente naturale, da coltivazione selvatica, convenzionale, biologica o biodinamica, senza alcuna aggiunta di prodotti sintetici.

Il primo intento del corso è quello di portare sia i semplici interessati, sia i consulenti della salute, che utilizzano metodi moderni o complementari, a comprendere i meccanismi d’azione delle pure essenze vegetali ed eventualmente approfondire i loro molteplici utilizzi: nella cura e prevenzione fisica, psichica e spirituale di molti disturbi che riguardano l’uomo, gli animali, le piante stesse, le nostre abitazioni e l’ecosistema.

Il secondo intento è quello di conoscere meglio, valorizzare e proteggere molte piante dall’estinzione, includendo ovviamente quelle officinali ed aromatiche. Ricordiamo come sono generose le piante nei nostri confronti: oltre a darci ossigeno, indispensabile alla vita, ci donano frutti, fiori, aromi, colori di ogni genere, assieme alla bellezza e alla serenità che così spesso ricerchiamo nel mondo contemporaneo.

Il terzo intento, da realizzare successivamente al corso on line, in modo esperienziale ed in sedi appropriate, è quello di riprendere ad allenare e confidare nella bontà istintiva del senso dell’olfatto, che ricordiamo, da tempi immemorabili ha permesso la sopravvivenza di molte specie animali, uomo incluso, aiutando ad individuare il compagno per la riproduzione, le piante e gli animali, idonei per il nutrimento o la cura ed anche permettendo il riconoscimento di luoghi sani da altri malsani.

Argomenti trattati

  • Storia, filosofia e scienza delle essenze vegetali.
    Proprietà generali ed azione biologica degli oli essenziali in natura. Gli utilizzi pratici: fumigazione, inalazione, massaggio, bagno, profumo, cucina, cosmesi.
  • Metodi di estrazione, criteri di qualità, legislazione.
    Costituenti chimici principali e classificazione energetica degli oli essenziali. Le note di testa, di cuore e di base.
  • Elementi di botanica e fisiologia.
    Le famiglie di appartenenza, la funzione ecologica. Rapporto tra odorato, cervello, emozioni, sessualità e ricerca medica.
  • Gli oli essenziali di testa.
    Indicazioni, tossicologia, controindicazioni e modalità di utilizzo di 10 oli essenziali di testa.
  • Prevenzione aromaterapica
    Pratiche di purificazione stagionali, l’utilizzo dell’acqua, del calore, della respirazione, del massaggio, dell’alimentazione, del pensiero positivo, del rilassamento, della meditazione.
  • Gli oli essenziali di cuore.
    Indicazioni, tossicologia, controindicazioni e modalità di utilizzo di 10 oli essenziali di cuore.
  • Massaggio aromaterapico.
    Indicazioni, controindicazioni ed effetti psicorporei, energetici e spirituali del massaggio aromaterapico.
  • Gli oli essenziali di base.
    Indicazioni, tossicologia, controindicazioni e modalità di utilizzo di 10 oli essenziali di base.
  • Prontuario aromaterapico.
    Aromaterapia e rimedi naturali di pronto intervento per i disturbi più comuni. Costruzione di un kit di pronto intervento per la casa, per lo sport, per i bambini, per la donna, per l’uomo, per il viaggio.
  • Aromaterapia sottile.
    Utilizzo degli oli essenziali per il riequilibrio del campo energetico umano, dei chakra e la meditazione.

 

Docente: Luca Nave

Che cosa ci serve per vivere bene? ovvero per Ben-Essere?
L’essere umano, gettato nell’epoca delle “passioni tristi”, del nichilismo degli affetti e dell’analfabetismo emotivo, può appagare il proprio bisogno di benessere? E di quale benessere si tratta? E la filosofia, che per secoli è vissuta negli austeri ambienti accademici o in astratti tomi polverosi inaccessibili ai più, che mai potrà fare in vista del concreto bisogno di benessere nella viva vita?

Il corso di filosofia del benessere intende rispondere a tali questioni e si pone come principale obiettivo quello di elargire una serie di strumenti, abilità e metodi filosofici, di natura teorica e schiettamente pratica, per venire incontro all’incessante desiderio di benessere che costituisce una costante della presenza dell’uomo nel mondo.
Le risposte che la nostra filosofia elargirà lungo le dieci lezioni del corso non sono affatto teoriche o teoretiche perché non è teorica o teoretica la nostra idea della filosofia. Non ci limiteremo infatti a parlare di filosofia ma faremo filosofia, la trasformeremo in un vero e proprio filoso-fare, in una pratica filosofica che assumerà le vesti di una terapeutica o di una cura dei pensieri e delle emozioni che consentirà di entrare in contatto con il filosofo presente in ogni essere umano pensante e con la propria filosofia personale, direttamente coinvolta nella ricerca del benessere in tutte le proprie espressioni e manifestazioni.

Con una vasta schiera di filosofi illustreremo le analogie e le differenze tra la filosofia dei professori e delle università e la filosofia personale o visione del mondo presente in ognuno di noi, e andremo a scoprire come, in virtù del sottile legame tra la nostra filosofia personale e il benessere, solo prendendosi cura di sé, del proprio modo di pensare, emozionarsi ed agire nel mondo sarà auspicabile intraprendere il viaggio che conduce all’armonia o isonomia uomo-mondo quale condizione d’autentico benessere, tratteggiato già dai medici-filosofi e dai filosofi-medici dell’antichità greca e romana allorquando filosofia e medicina erano profondamente unite dalla comune lotta al pathos quale sofferenza del corpo e dell’anima dell’essere umano considerato come una vivente totalità, gettato nella smaniosa ricerca del Bene per il proprio Essere.

Il corso non è stato progettato solo per i “filosofi di professione” bensì per il filosofo presente in ogni essere umano pensate concretamente impegnato nella ricerca del Benessere nella propria vita. Accanto ai pensieri, idee e prospettive di una Filosofia del Benessere, nelle diverse lezioni proporremo degli esperimenti, degli esercizi e delle vere e proprie pratiche filosofiche al fine di saggiare la concretezza degli insegnamenti appresi e di agevolare la cura dei propri pensieri e delle emozioni quale condizione per accedere a uno stato d’autentico benessere interiore e nell’esteriorità dei propri rapporti con il mondo e con gli altri.

Argomenti trattati

  • Indice generale e introduzione
  • Filosofia & Ben-Essere: istruzioni per l’uso
  • Introduzione al “filoso-fare”
  • Per una terapia delle idee
  • Per una terapia delle emozioni
  • L’antica cura di pensieri ed emozioni
  • Farmaci epicurei contro le illusioni
  • In cammino con gli Scettici, per depurare la mente
  • Infine, il Portico
  • Conclusione, Bibliografia

Docente: Rocco Carbone

Il corso nasce dal desiderio di far conoscere il pensiero e la filosofia di Edward Bach con l’obiettivo di far raggiungere all’allievo una conoscenza della metodica e dei benefici che i singoli fiori possono donare a se stessi.
Il corso on-line propone di seguire un percorso interattivo lasciando all’immaginazione creativa di ognuno il grado di apprendimento e di approfondimento della materia.

Attraverso la conoscenza dei fiori di Bach ci si ritroverà a vivere un cambiamento della propria sensibilità, acquisendo una migliore capacità di ascolto delle proprie sensazioni ed un razionale controllo e gestione delle proprie emozioni.
Con questo corso, in particolare l’allievo raggiungerà una conoscenza sufficientemente approfondita per un utilizzo personale della floriterapia, in coerenza con il principio di Bach espresso nella formula “Guarisci te stesso”.

Per il raggiungimento di tali obiettivi, il dottor Rocco Carbone, profondo conoscitore della materia, ha realizzato un corso che ne approfondisce sia i metodi di preparazione sia il riconoscimento dei singoli fiori necessari per ripristinare quegli stati d’animo che tal volta ci rendono la vita difficile e con i quali dobbiamo quotidianamente confrontarci: paure, incertezze, insicurezza, preoccupazione e scoraggiamento che rappresentano oggi come allora i principali malesseri dell’umanità.

Argomenti trattati

  • Introduzione alla Floriterapia
  • Biografia e pensiero di Edward Bach
  • Aspetti psicosomatici e floriterapia
  • I comportamenti umani e la malattia
  • Concetto di malattia secondo Bach
  • Come agiscono i Fiori di Bach
  • La Psicosintesi di Roberto Assagioli e la floriterapia di Bach
  • Impiego dei Fiori di Bach
  • Metodo di preparazione
  • Schema di preparazione
  • Posologia e somministrazione
  • Classificazione dei Fiori di Bach
  • Suddivisione dei fiori secondo Kramer
  • Gli archetipi della floriterapia di Bach
  • Analisi differenziale dei Fiori di Bach
  • Descrizioni e Monografie dei 38 fiori
  • Criteri per la scelta dei Fiori di Bach

Docente: Susanna Garavaglia

Il corso on line di Floriterapia Australiana affronta la conoscenza dei Fiori Australiani (Essenze Floreali Bush Flowers) e delle loro proprietà riequilibratrici per poterle utilizzare a scopo personale. Dopo una prima lezione introduttiva in cui vengono messe le basi per comprendere il senso e la funzione della Medicina Vibrazionale e della Malattia stessa, vengono illustrate le proprietà e le caratteristiche dei singoli fiori. Con esempi concreti, vengono indicate possibili eventuali sinergie con altre metodiche vibrazionali, modalità diverse di assunzione, meditazioni o affermazioni utili durante l’assunzione di quel fiore. Gli esercizi al termine di ogni capitolo sono pensati per aiutare lo studente a capire se ha compreso il senso di quello che sta studiando e per accompagnarlo, tappa dopo tappa, ad un viaggio dentro di sé anche attraverso una metodica di lavoro interattivo.

Programma del corso

Il corso è suddiviso in 13 lezioni (di cui la prima si può scaricare gratuitamente dal sito come prova). Il corso on-line è caratterizzato da una serie di lezioni modulari che presentano peculiari vantaggi:

  • flessibilità e personalizzazione dell’insegnamento;
  • stile e linguaggio di facile ricezione;
  • possibilità di interagire con un tutor on-line;
  • suggerimenti e guide per l’approfondimento degli argomenti di maggiore interesse e per la verifica dell’autoapprendimento;
  • rilascio di un attestato di frequenza.

Argomenti Trattati

  • Introduzione alla Medicina Vibrazionale
  • Malattia e Guarigione
  • Ian White e i Fiori bush
  • Come si assumono e come agiscono i Fiori Australiani
  • Descrizione dei singoli fiori
  • Meditazioni, affermazioni e riflessioni legate all’assunzione di ogni singolo fiore
  • Descrizione dei Fiori bush
  • Criteri per la scelta dei Fiori
  • Come trasformare il corso di Floriterapia Australiana oltre che in uno strumento di conoscenza dei fiori anche in un diario personale evolutivo

Docente: Rocco Carbone

Viviamo in un periodo in cui l’attenzione per il benessere psico-fisico dell’individuo rappresenta una legittima richiesta della persona, che sempre di più, cerca la via del benessere attraverso strumenti e cure naturali. Da alcuni anni si osserva un fenomeno che ha portato ad una crescita e ad una diffusione significativa delle discipline olistiche e della medicina naturale: più si sviluppa la ricerca scientifica in campo sanitario con risultati oggettivamente straordinari, tanto più aumenta il desiderio dell’uomo di ritrovare una propria dimensione spirituale e un benessere psico-fisico in armonia col contesto universale.

La risposta a tali aspettative non può essere la sola scientificità e il conseguente tecnicismo: la verità è dentro di noi. Dentro di noi si sviluppa la malattia e dentro di noi esiste la fonte di guarigione: vis medicatrix naturae. Cioè il potere curativo della natura, espresso dalla capacità di mantenere l’equilibrio all’interno di un corpo (attraverso la regolazione dell’omeostasi corporea) e con le influenze dell’ecosistema esterno (tra i vari organismi viventi e le condizioni geo-meteo-climatiche). Infine, identificare nella sofferenza, con l’accettazione e la consapevolezza, il messaggio archetipo di percezione delle informazioni del contesto universale (principio unitario) che possano orientare la persona verso la propria crescita spirituale.

La Naturopatia non è un’invenzione dei giorni nostri, è il primo metodo di cura che l’uomo ha sperimentato; alcuni comportamenti umani istintivi rappresentano le basi della Naturopatia: il primo uomo che non sentendosi bene si riposava e non mangiava, oppure, coloro che per placare la tensione dello spirito pregavano, meditavano o si rilassavano. Oggi quest’attitudine si può osservare negli animali che si astengono dal cibo e si riposano quando non sono in salute.

All’uopo, il naturopata crea le condizioni idonee per dare l’opportunità al corpo di sprigionare la propria forza vitale, l’energia di auto-guarigione, che è insita in noi e che rappresenta l’unica fonte guaritrice dell’uomo.

Possiamo identificare la meravigliosa macchina umana in un ingegnere e artigiano di se stessa: ingegnere, poiché è in grado di auto-realizzarsi seguendo le istruzioni del proprio progetto, costituito dal suo DNA, artigiano perché capace di auto-ripararsi.

Seguendo semplici regole un corpo che funziona è capace di mantenersi sano, è per questo che il naturopata usa tutti quei sistemi mirati a ripristinare e a promuovere la capacità funzionale del corpo.

Nell’ambito delle cure olistiche e della naturopatia le Bioterapie rappresentano le cure naturali orientate a riequilibrare gli squilibri causati da stress, intossicazioni, inquinamento ed errata alimentazione.

Secondo il concetto di bioterapie, in questa categoria sono annoverate tutte le cure naturali che utilizzano i rimedi di origine naturale vegetale, animale e minerale che vengono preparati col metodo della diluizione e dinamizzazione, dando origine alle seguenti branche: isopatia, litoterapia dechelatrice, oligoterapia, organoterapia, omeopatia, omeosinergia, sali di Schüssler, fitoterapia, aromaterapia, floriterapia, spagiria, e gemmoterapia o meristemoterapia.

Argomenti trattati

Lezione 1: Introduzione alla Naturopatia.

Lezione 2: Le cure naturali; Differenza tra Medicina Naturale e Naturopatia; la Triade Medicale.

Lezione 3: I tre canoni fondamentali della Naturopatia: Vitalismo, Causalismo, Teoria degli umori.

Lezione 4: Introduzione alle bioterapie e concetti fondamentali: rimedi di derivazione animale, minerale, vegetale.  Concetti fondamentali di omeopatia: le costituzioni.

Lezione 5: Rimedi di derivazione animale: bioterapia, isoterapia.

Lezione 6: Rimedi di derivazione minerale: Litoterapia dechelatrice, Sali di Schüssler.

Lezione 7: Rimedi di derivazione minerale: Oligoterapia catalitica.

Lezione 8: Rimedi di derivazione vegetale: Fitoterapia.

Lezione 9: Rimedi di derivazione vegetale: Aromaterapia, Gemmoterapia.

Lezione 10: Rimedi di derivazione vegetale: Floriterapia e Fiori di Bach.

Lezione 11: Rimedi di derivazione vegetale: Spagiria.

Lezione 12: Rimedi di derivazione vegetale: Fitoterapia della Medicina Tradizionale Cinese.

Docente: Tatiana Muccioli

L’iridologia è una pratica antica, ma oggi più che mai attuale, utilizzata da medici, omeopati, terapeuti, erboristi, counselor, al fine di stabilire quali sono le principali predisposizioni del soggetto a contrarre una malattia oppure un disturbo, per riportare equilibrio nel sistema e ritrovare uno stato ottimale di salute psicofisica. Attraverso l’osservazione iridologica si può conoscere infatti, la forza vitale, la distonia oppure lo squilibrio di un organismo.

Uno dei vantaggi dell’iridologia è quello di rilevare numerosi aspetti della salute della persona, ovvero, laddove sussiste uno squilibrio, potrebbe essere interessato un organo, che magari ha perso la sua forza, oppure un sistema, un apparato, che ha ridotto la sua funzionalità per cause fisiche o emozionali o mentali. La guarigione è data dal ripristino della forza vitale dell’organismo, in modo che da solo ritrovi l’energia necessaria per riequilibrare tutto.

Questo corso di Iridologia Olistica dà allo studente le fondamentali basi teoriche e pratiche che consentono di utilizzare subito semplici metodiche di riequilibrio; è un corso già completo e attuale nella sua struttura; per chi vuole operare professionalmente come iridologo deve però essere integrato con i corsi di Iridologia Organica e di Iridologia Psicosomatica (entrambi disponibili online entro il 2015).

Argomenti trattati

Parte Prima: la teoria

  • Lezione 1: Introduzione all’iridologia olistica
  • Lezione 2: La visione dell’uomo nelle medicine antiche
  • Lezione 3: Le mappe iridologiche e gli strumenti utilizzati per fare l’analisi iridale
  • Lezione 4: Le costituzioni in iridologia
  • Lezione 5: Le sottotipologie costituzionali
  • Lezione 6: Come si interpretano i segni e le colorazioni nell’iride

Parte Seconda: la pratica

  • Lezione 7: Le tecniche di depurazione per ogni biotipo costituzionale
  • Lezione 8: Le patologie più comuni e le distonie
  • Lezione 9: Come si fa un’analisi iridale olistica nella pratica
  • Lezione 10: Lo sviluppo progressivo dei segni nell’iride
  • Lezione 11: Prodotti, pratiche salutistiche e tecniche. Rimedi naturopatici consigliati per ogni costituzione
  • Lezione 12: Glossario

Docente: Serena Rossi

La Medicina Tradizionale Cinese affonda le sue radici nella cultura orientale e nella sua visione filosofica ed energetica. Pur avendo origini antichissime offre spunti di riflessione fondamentali per tutti coloro che cercano una forma integrata di comprensione dell’individuo che abbracci la sua sfera organica, energetica ed emozionale.

A tutti gli effetti la Medicina Tradizionale Cinese rappresenta un sistema per interpretare la realtà, il Microcosmo Uomo in relazione al Macrocosmo e leggere ogni squilibrio dell’individuo come uno squilibrio energetico che lo allontana dalla sua più profonda realizzazione. Se lo squilibrio energetico perdura, se l’individuo trascura se stesso e la propria coltivazione interiore, crea il terreno su cui può attecchire la malattia.

Lo scopo del corso è quello di fornire gli strumenti culturali, filosofici e tecnici per interpretare le problematiche fisiche ed emozionali come il riflesso di uno squilibrio energetico che abbraccia l’individuo nella sua totalità, ricomponendo il dualismo corpo/spirito presente nella cultura occidentali.

Può rappresentare un valido strumento per naturopati, per praticanti di discipline come il Taiji e il Qi Gong e altre arti marziali cinesi,  e in generale per tutti gli operatori di discipline olistiche che abbiano il desiderio di completare la loro formazione attraverso lo studio di un sistema ampio e vario capace di unire la saggezza della filosofia orientale con le esigenze e le difficoltà dell’uomo moderno.

Argomenti Trattati

PARTE PRIMA: Fondamenti di Medicina Tradizionale Cinese

Lezione 1

  • Note storiche sulla Medicina Cinese.
  • Introduzione ai concetti di Yin/ Yang e al concetto di Qi come energia cosmica.
  • Il macrocosmo Universo in relazione al microcosmo Uomo.
  • La metafora dell’Uomo come sintesi di Cielo e Terra.
  • Introduzione ai Cinque Movimenti come processo di trasformazione di Yin e Yang.
  • I Cinque Movimenti e le loro corrispondenze (stagioni, climi, organi, visceri, emozioni fisiologiche/non fisiologiche).

Lezione 2

  • Introduzione alle Cinque Sostanza Fondamentali, ovvero i Tre Tesori (Jing, Qi, Shen), il Sangue ed i Liquidi Corporei, come stati di aggregazione energetica. Funzioni e squilibri energetici.
  • Il Qi nelle sue declinazioni fondamentali: Qi degli organi e dei visceri, Qi degli alimenti, Qi del respiro, Qi di nutrimento, Qi difensivo, Qi ereditario, Qi corretto.

Lezione 3

  • La valutazione energetica in Medicina Cinese.
  • Gli squilibri energetici in Medicina Cinese: le cause.
  • Le cause emozionali.
  • I fattori patogeni esterni ed interni.
  • Gli 8 quadri fondamentali di squilibrio energetico: Yin/Yang, Superficiale/Interno, Freddo/Caldo, Insufficienza/Eccesso.
  • Introduzione alla teoria dei Meridiani energetici.
  • La circolazione energetica dei meridiani: il ciclo circadiano.

 

PARTE SECONDA: Le logge energetiche

Lezione 4

  • Loggia energetica del Legno.
  • Studio analitico del Fegato e del suo meridiano.
  • Studio analitico della Colecisti e del suo meridiano.
  • Squilibri energetici di Fegato e Colecisti.

Lezione 5

  • La loggia energetica del Fuoco.
  • Studio analitico del Cuore e del suo meridiano.
  • Studio analitico dell’Intestino Tenue e del suo meridiano.
  • Squilibri energetici di Cuore e Intestino Tenue.
  • Studio analitico del Pericardio e del suo meridiano.
  • Studio analitico del Triplice Riscaldatore e del suo meridiano.
  • Squilibri energetici di Pericardio e Triplice Riscaldatore.

Lezione 6

  • La loggia energetica della Terra.
  • Studio analitico della Milza e del suo meridiano.
  • Studio analitico dello Stomaco e del suo meridiano.
  • Squilibri energetici di Milza e Stomaco.

Lezione 7

  • La loggia energetica del Metallo.
  • Studio analitico del Polmone e del suo meridiano.
  • Studio analitico dell’Intestino Crasso e del suo meridiano.
  • Squilibri energetici di Polmone e Intestino Crasso.

Lezione 8

  • La loggia energetica dell’Acqua.
  • Studio analitico del Rene e del suo meridiano.
  • Studio analitico della Vescica Urinaria e del suo Meridiano.
  • Squilibri energetici di Rene e Vescica Urinaria.
  • I visceri Straordinari.

 

PARTE TERZA: Approfondimenti per la valutazione energetica  dell’individuo

 Lezione 9

  • I Meridiani straordinari

Lezione 10

  • La visione più ampia dell’individuo: le costituzioni energetiche.

Lezione 11

  • Approfondimento della valutazione energetica in Medicina cinese.
  • I Quattro Strati.
  • I Sei Livelli energetici.

Lezione 12

  • Approfondimento della valutazione energetica in Medicina cinese.
  • Il polso
  • La lingua

Docente: Anna Fata

Il corso, svolto dalla D.ssa Anna Fata, si propone di definire l’ampio campo della psicologia olistica stimolando un processo di apertura di una disciplina che per troppo tempo si è arroccata sulle sue (ristrette) posizioni e nei suoi confini, impedendo così validi confronti e ostacolando un naturale processo di scambio e di crescita con altri campi dell’esperienza e del sapere.

L’olismo, dal greco ‘olos’, tutto, unico, è una prospettiva secondo la quale è possibile cogliere la realtà nel suo insieme e nelle sue interazioni tra le componenti. Il singolo smette così di essere un individuo separato e analizzabile a prescindere dal contesto, micro e macro, con cui può essere in contatto diretto, ma anche indiretto. Consente di diventare consapevoli che le leggi della fisica, della chimica, della biologia, della quantistica regolano l’universo, così come ciascun essere vivente e ogni particella che lo compone.

L’olismo si presenta come utile e naturale complemento del mondo della psicologia, che idealmente rappresenta il discorso sullo spirito, sull’anima, ma che fin troppo, nel tempo, si è concentrata sugli aspetti cognitivi, comportamentali, emotivi, perdendo di vista gli aspetti più intuitivi e spirituali.

Argomenti trattati

  • Lezione 1: L’olismo
  • Lezione 2: Nuovi modelli di indagine e conoscenza
    Verso una evoluzione del sapere e del mondo, un nuovo modello per la salute-malattia, il ben-mal-essere, la salute
  • Lezione 3: Una, cento, mille psicologie
    Alla ricerca di una definizione condivisa, il concetto di anima nelle religioni orientali, le ‘forze’ della psicologia, la psicologia olistica
  • Lezione 4: Un modello per la psicologia olistica
    Alla ricerca di una interazione costruttiva, le basi del modello
  • Lezione 5: Coltivare il ben-essere: Radicarsi, esistere, possedere
    Il primo chakra (Elemento Terra, Lavoro e autorealizzazione, La paura, Ecologia e sopravvivenza oggi), Il primo chakra: Evoluzione e sviluppo, Tecniche di guarigione del chakra (L’arte del massaggio, Sport e attività fisica, Metodo Feldenkrais, Riflessologia e automassaggio, La respirazione consapevole, La bioenergetica)
  • Lezione 6: Coltivare il ben-essere: Vivere con piacere ed emozione
    Il secondo chakra (Elemento Acqua, Sensi e sensorialità: Vivere nel presente, Il risveglio dei sensi: l’aromatologia, Le emozioni, Gli archetipi dell’inconscio collettivo, Sessualità e Tantra: quale legame?, Le dipendenze), Il secondo chakra: Evoluzione e sviluppo (Eustress e di stress), Tecniche di guarigione del secondo chakra (La bioenergetica dolce, L’intelligenza emotiva)
  • Lezione 7: Coltivare il ben-essere: Volontà, potere, costruzione dell’identità personale
    Il terzo chakra (Elemento Fuoco, L’identità molteplice, La costruzione dell’identità nella prospettiva junghiana, L’autostima), Il terzo chakra: Evoluzione e sviluppo (Rabbia e affini, La gratitudine, La vergogna), Tecniche di guarigione del terzo chakra (La meditazione come pratica di vita, Lo yoga)
  • Lezione 8: Coltivare il ben-essere: Il potere del cuore, equilibrare, accettare, amare, relazionarsi
    Il quarto chakra (Elemento Aria, Fame d’amore, Amarsi, amare, L’empatia, Karma e destino, Anima e Animus, Eros e Thanatos), Il quarto chakra: Evoluzione e sviluppo, Tecniche di guarigione del quarto chakra (I riti, Coltivare l’amore: L’arte del relazionar-si, Trovare la ‘giusta’ distanza)
  • Lezione 9: Coltivare il ben-essere: Comunicare bene e vivere con creatività
    Il quinto chakra (Il silenzio come base per l’ascolto, La comunicazione, Il dialogo delle voci dei coniugi Stone, La creatività), Il quinto chakra: Evoluzione e sviluppo (Training Autogeno, Visualizzazione creativa, Ipnosi, L’arte di parlare), Tecniche di guarigione del quinto chakra (Ascoltare se stessi, Ascoltare gli altri, Scrivere di sé, La musicoterapica)
  • Lezione 10: Coltivare il ben-essere: Intuire e pre-vedere
    Il sesto chakra (I simboli, Gli archetipi, Il Reiki, I mandala), Il sesto chakra: Evoluzione e sviluppo (La sindrome da perfezionismo, Colori e ben-essere, L’intuito, I sogni), Tecniche di guarigione del sesto chakra (Pittura e arteterapia, Floriterapia per la vita, La chiaroveggenza)
  • Lezione 11: Coltivare il ben-essere: Una vita illuminata
    Il settimo chakra (Il senso della vita, La spiritualità), Il settimo chakra: Evoluzione e sviluppo (La conoscenza), Tecniche di guarigione del settimo chakra
  • Lezione 12: Conclusioni, Biografie dei personaggi dell’olismo, Bibliografia, Sitografia

Docente: Susanna Garavaglia

Il corso, tenuto dalla dott. Susanna Garavaglia, Naturopata e Counselor, ha lo scopo di far comprendere i concetti fondamentali del pensiero Olistico, in particolar modo puntando l’attenzione sul senso che assume il disagio (sul piano fisico, emozionale, mentale, spirituale) nella propria esistenza e sulla opportunità di trovare in ogni sintomo, in modo sincronico, la voce del proprio Sé e i consigli per procedere nel cammino della propria esistenza. La malattia, pertanto, non è vista come nemico da sconfiggere ma come voce da ascoltare per riorientare la vita in modo più sano e più adatto ai propri bisogni. Il corso, strutturato in quindici lezioni, più una sintesi finale, si propone di accompagnare l’allievo, in modo graduale, con parti teoriche ed esercizi , a cogliere il senso del proprio disagio e a colloquiare con il sintomo per decodificarne i messaggi fondamentali. Gli esercizi proposti nelle lezioni invitano alla riflessione e alla sensibilizzazione individuale; periodicamente sono previsti test di verifica di comprensione e assimilazione dei contenuti e, nell’ultima lezione di sintesi, un esercizio per permettere all’allievo di verificare il livello di comprensione dei contenuti utilizzando le sue capacità di analisi, sintesi e collegamento.

Argomenti trattati

  • La Multidimensionalità dell’essere umano e il linguaggio della Psicosomatica (Il disagio, Sé e Personalità, Corpi sottili e chakra, Senso e Significato del disagio);
  • Malattia, Guarigione e Salute (La malattia come richiesta di aiuto, La malattia come perdita della unità di coscienza, Il percorso della malattia, La Salute, La Guarigione;
  • Dal pensiero lineare al pensiero creativo (I due emisferi: il pensiero razionale e quello analogico,Il Simbolo, L’Archetipo, Sincronicità);
  • Analisi dei significati simbolici dei singoli apparati dell’uomo, del senso psicosomatico delle patologie;
  • Avvio ad un contatto e a un colloquio interiore con i propri disagi al fine di riportarli in equilibrio nella consapevolezza della propria multidimensionalità;
  • Sintesi Generale, Tabelle, Questionari finali.

Docente: Roberta Vargiu

Il corso ha l’obiettivo di fornire le nozioni fondamentali della Scienza dell’alimentazione e di divulgare in modo semplice ma con rigore scientifico le regole base della nutrizione, di grandissima importanza soprattutto oggi e nel nostro Paese dove sono in aumento l’obesità e le malattie legate alla cattiva alimentazione.

L’alimentazione non è una semplice esigenza biologica, ma un vero e proprio fatto di cultura, molto complesso, che va di pari passo con le condizioni della società: nei paesi evoluti come il nostro la dieta, che in passato era basata su cibi sani, semplici e ben combinati, è ora prevalentemente costituita da cibi raffinati con grande abbondanza di ogni risorsa, mentre nei paesi poveri la carenza di cibo è ancora un problema attuale ed irrisolto.

C’è perciò oggi molta attenzione a tutto ciò che è legato all’alimentazione, alla dieta, alla nutrizione e al benessere fisico: è necessario però saper valutare attentamente le informazioni che ci vengono trasmesse in grande quantità e con vari mezzi e non fare affidamento su diete o alimenti “miracolosi”, che i media o presunti “esperti” ci propongono ogni giorno e che rischiano di creare pregiudizi o abitudini alimentari gravemente errati.

E’ fondamentale imparare a nutrirsi in modo giusto adottando un’alimentazione bilanciata, senza demonizzare o sopravvalutare nessun alimento, cercando di mantenere sempre il proprio peso entro limiti corretti. Il nostro corso vuole contribuire anche al raggiungimento di questo obiettivo.

Argomenti trattati

  • I Nutrienti
  • Digestione e assorbimento
  • Cottura degli alimenti
  • Conservazione degli alimenti
  • Errori alimentari
  • Nuovi metodi nell’agricoltura e nell’allevamento
  • Additivi contaminanti e conseguenze per la salute
  • Gli integratori alimentari
  • Sostanze e doping
  • La dietetica
  • Diete vegetariane
  • Linee guida per una sana alimentazione
  • Cucina tradizionale d’Italia

Docente: Ilde Piccioli

Partendo dall’aforisma “Noi siamo quello che mangiamo”, che vede il cibo come una componente fondamentale per la qualità della vita, vengono presi in esame questi vegetali, il loro uso nel tempo sia come alimento che come medicinale, fino alle più recenti acquisizioni scientifiche.

Il corso è rivolto a coloro che desiderano approfondire la conoscenza e l’uso di queste sostanze vegetali, siano essi addetti ai lavori come biologi, nutrizionisti, erboristi o fitoterapeuti, naturopati, ma anche semplici appassionati.

Attualmente abbiamo a disposizione dati certi che spezie , piante aromatiche e alcuni vegetali concorrono a ridurre alcune malattie così attuali in quest’epoca, provocate dallo stress e da cattive abitudini alimentari. Queste sostanze dunque, oltre ad avere gradevoli sapori, diventano ottimi alleati da inserire in maggior quantità nella dieta quotidiana, dei” nutraceutici” se vogliamo usare un termine attuale.

Il corso è corredato da monografie delle piante trattate, con la descrizione botanica e il loro corretto uso dal punto di vista erboristico, cosmetico e in cucina. Sono riportate anche le eventuali controindicazioni.

Argomenti Trattati

Introduzione

  • Siamo quello che mangiamo
  • Possiamo davvero curarci col cibo?
  • Spezie e erbe aromatiche

Le spezie

  • Le spezie preziose
  • Storia delle spezie
  • Rotte commerciali
  • Spezie stimolanti multisensoriali

Monografie

  • Peperoncino
  • Cannella
  • Noce Moscata
  • Zenzero
  • Pepe
  • Curcuma
  • Cardamomo
  • Anice stellato
  • Vaniglia
  • Zafferano
  • Le più comuni miscele di spezie in cucina

Piante aromatiche una risorsa per la cucina e non solo

  • Introduzione
  • Monografie
  • Basilico
  • Finocchietto selvatico
  • Maggiorana
  • Menta
  • Origano
  • Rosmarino
  • Salvia

Gli alimenti per la salute

  • Alimenti funzionali e nutraceutici
  • Gli antiossidanti naturali
  • I 5 colori del benessere

Monografie

  • Pomodoro
  • Mirtillo nero
  • Melograno
  • Cavoli
  • Cacao
  • Rafano
  • The verde

Docente: Gaetano Conforto

In questo corso teorico pratico vengono illustrate le fondamenta da conoscere per addivenire ad una vera realizzazione materiale e spirituale ed intraprendere un cammino che porti alla consapevolezza che siamo tutti creatori della realtà fisica, psichica e socio ambientale sia nostra che degli altri.

Sono esposti i principi della fisica quantistica che con le sue più moderne scoperte ha supportato scientificamente un’affermazione che troviamo in tutte le dottrine spirituali e cioè che l’uomo è fatto di luce e tutto ciò che esiste è composto di energia di particelle chiamate fotoni. Tutta la realtà è una fluttuazione di particelle quantistiche e la nostra coscienza, una particella di un’intelligenza cosmica che possiamo , per praticità, chiamare Dio, è la vera intelligenza in grado di trasformare queste fluttuazioni di energia in materia vivente ed in eventi sincronici. Questa conoscenza ci metterà nelle condizioni di non essere passivamente sballottati dalle onde della vita, ma di elevarci al di sopra del “mare sociale“, dove le “onde“ non vengono percepite come tali, e di osservare la vita da un’altra prospettiva che la renderà più degna di essere vissuta. Della fisica quantistica sono trattati i principi e non le formule, per permettere, anche ai profani, di avvicinarsi a tale fondamentale conoscenza che consentirà di comprendere che ognuno di noi, in quanto parte di un unico grande essere, non solo è in grado di creare la propria realtà o ma di essere, anche, un mezzo per aiutare gli altri ad evolversi.

In questo corso base sarà trasmesso, sintetizzando conoscenze e contenuti che possono essere ampliati e approfonditi nei corsi avanzati, un quadro esaustivo di trasformazione quantistica trattando i seguenti argomenti: principi di fisica quantistica, principi di guarigione e psicologia quantistica, spiegazioni su come la coscienza crea il mondo materiale, la libertà di coscienza, le leggi spirituali, La Visione, la Missione nella vita, due esercizi molto semplici il Vaks e lo stan-bay che chiunque può mettere in pratica e che produrranno un grande cambiamento interiore.

Un’ampia trattazione sarà dedicata al tema del destino sincronico, con relative esercitazioni pratiche, argomento molto importante in quanto la sincronicità è la consapevolezza che gli eventi avvengono In base ad un piano divino ben stabilito e non per caso. Capire questo significa conoscere la propria missione dare un significato elevato alle proprie esperienze siano esse positive o negative ed acquisire la consapevolezza che nel nostro agire siamo accompagnati da un universo amico che fa tutto ciò che desideriamo in linea con le leggi cosmiche.