Dalla paura alla libertà?
testo di: Cristina Bassi <> tratto da:  The Living Spirits 

Per l’astrologia convenzionale SATURNO rappresenta il principio del “vecchio modo di fare le cose”, ossia lo stile conservatore, il bisogno di sicurezza e di protezione, mentre URANO rappresenta il cambiamento estremo, improvviso, inaspettato.

Tra il 4 novembre 2008 e il 26 luglio 2010, ci saranno ben 4 opposizioni esatte tra i due pianeti (Saturno in Vergine e Urano in Pesci) e la 5° sarà poi in Bilancia ed Ariete.

Le case (= tematiche di vita) in cui si trovano i due segni (Vergine-Pesci) nel vostro oroscopo personale indicheranno in quali aree della vita vivrete questa opposizione.

Le Letture di Cayce dicono che SATURNO rappresenta il cambiamento che ha luogo quando lo spirito entra nella manifestazione materiale: “Saturno, questo significherebbe cambiamento, o entrata dal mondo spirituale in quello materiale” 288-50

Le letture anche suggeriscono che quando Saturno si avvicina, porta a galla un vecchio problema che l’anima desidera affrontare durante questa incarnazione sulla terra, ma che non è ancora stato sufficientemente risolto.

In Saturno troviamo molti progetti individuali… tuttavia questi spesso (più spesso che non-) non si sono materializzati concretamente“ 189-3
Da Saturno … l’entità (il soggetto, ndt) incontra problemi che sono stati tali precedentemente…” 2427-1

Stephan Arroyo, nel suo Astrologia, karma e trasformazione, afferma che Saturno rappresenta una esperienza concentrata ed un apprendimento che può arrivare solo dalla vita nel corpo fisico, nel piano materiale, ci mostra la vera natura del piano materiale.

URANO d’altro canto rappresenta un senso di urgenza, qualcosa di inaspettato che si manifesta in modo avventato . “L’uraniano porta periodi in cui ogni cosa, ogni condizione possibile va storta – sia essa lavoro, relazioni, relazioni sociali, situazioni finanziarie- OGNI condizione sembra andare storta”. 5-2
Questo produce forze contraddittorie che sono indicate in Urano – gli estremi in cui l’entità va a volte, sia nell’una che nell’altra direzione ed a volte in entrambe le direzioni contemporaneamente” 289-9

Quando queste due forze(Urano/Saturno) si incontrano i readings dicono … “…le forze di saturno combinate con quelle di Urano… qui troviamo gli estremi e i cambiamenti sono tali da essere spesso di natura estrema, sì da confondere” 2021-1

Interessante è scoprire che, l’ultima volta che i due pianeti si sono trovati in opposizione, era la metà degli anni ’60!! Un tempo di grandi tumulti e sovvertimenti nel sociale e nel politico, ma non solo. Furono tempi di grandi conflitti un po’ ovunque, almeno in occidente, tra arrocate regole della autorità e dei governi (Saturno) e la gioventù, tendente invece a rompere tutte le regole e talvolta anche in modo estremo (Urano) … dunque molte similitudini con ciò che abbiamo davanti agli occhi ora!

Cosa è rimasto irrisolto da quel periodo? Per esempio l’uso della guerra per risolvere i conflitti e i diritti civili per tutti. Molto interessante notare che la prima opposizione avverrà proprio nel giorno delle elezioni americane.

Per negoziare queste due forze contrapposte, Edgar Cayce ebbe il suo suggerimento “In Saturno… dalla sua combinazione con Urano, troviamo degli estremi. Ci si deve attendere opposizioni dai dintorni, sia mentalmente che materialmente. Ricorda che solo in Cristo, Gesù, si incontrano gli opposti. Nella tua attività, in ogni tua esperienza chiediti:”cosa vorrebbe Gesù che io facessi?” 1981-1

Sulla scia della ispirazione per l’evento astrologico, pensando al Paese Italia e tenendo per buoni i dati di riferimento della sua “nascita” come repubblica, come da oroscopo già commentato, direi che grandi turbolenze ci attendono da questo transito.

Il primo round (al 4 novembre 2008), indica infatti che Urano (ribellione, tumulto, sovvertimento, rinnovamento, “il nuovo” improvviso) transiterà nella 4° casa dell’oroscopo della Repubblica, l’area che rappresenta il collettivo, la gente, il popolo. E quindi al suo opposto Saturno (governo) sarà nella 10 casa : quella dell’autorità, dell’ordine costituito…

Analoga posizione, nelle stesse case, ci fu nel gennaio 1967…

Seguendo il ragionamento con cui ho iniziato ad introdurre il tema urano-saturno: che cosa è rimasto irrisolto in questo Paese da allora, da quel precedente scontro-sollecitazione di saturno ed urano? Cosa è rimasto irrisolto nel nostro collettivo?

Grazie ad internet (strumento uraniano) scopro che il 1967, fu:
- l’anno (marzo) dell’enciclica “populorum progressio” (il progresso dei popoli) di Paolo VI.
Da Wikipedia: "L'enciclica è dedicata alla cooperazione tra i popoli e al problema dei paesi in via di sviluppo. In essa vi è la denuncia dell'aggravarsi dello squilibrio tra paesi ricchi e paesi poveri, la critica al neocolonialismo e il diritto di tutti i popoli al benessere. È inoltre presente una critica al capitalismo e al collettivismo marxista. L'enciclica propone infine la creazione di un fondo mondiale per gli aiuti ai paesi in via di sviluppo.
L'enciclica è una delle più famose e importanti della storia della Chiesa anche se contiene punti che sono stati oggetto di dibattiti (come il diritto dei popoli a ribellarsi anche con la forza contro un regime oppressore) e di feroci critiche negli ambienti più conservatori
« Nessuno è autorizzato a riservare a suo uso esclusivo ciò che supera il suo bisogno, quando gli altri mancano del necessario. » Paolo VI, Enciclica Populorum progressio, § 23)
"
- l’anno in cui si discusse la legge sul divorzio (Loris-Fortuna)
- l’anno in cui il Parlamanto discusse la Riforma della Università…
- insomma… l’anno di incubazione di tutti i fermenti del 1968

Oltreoceano si intensifica l’opposizione alla Guerra in Vietnam. In USA molti scrittori firmano contro la guerra: “In nome della libertà noi abbiamo lanciato il terribile arsenale della massima potenza militare nel mondo, contro un piccolo paese agricolo, uccidendo, bruciando, mutilando la sua popolazione; in nome della pace noi creiamo un deserto; in nome della sicurezza noi rischiamo un conflitto mondiale“ (comunicato Ansa, 9.11.1967)

In Medioriente scoppia la guerra del Sinai (dei 6 giorni) tra Arabi e Israeliani, con la occupazione della Palestina da parte di Israele, il massiccio esodo di profughi palestinesi e i semi del futuro terrorismo sparsi per il mondo…

Insomma il materiale su cui riflettere e facilmente supporre scenari e svolgimenti per questa prossima opposizione non manca… governi e popoli e individui saranno/saremo nel frattempo maturati per trovare le soluzioni mancanti? Saremo in grado di fare saggiamente (saturno) un salto verso una nuova libertà che sia rispettosa di tutti (urano)?