La responsabilità nelle relazioni di coppia
testo di: Anna Poletti <> tratto da:  AuraWeb 

Etimologicamente responsabilità significa "abilità di rispondere". Per Martin Buber, "la responsabilità ci lega alla creazione", Dio ci ha affidato la sua creazione e noi dobbiamo rispondere alla sua fiducia. Come dicono gli indiani d'America, la responsabilità è rivolta al futuro, non al passato: siamo responsabili per le prossime generazioni che abiteranno il pianeta Terra.

Facciamo un esempio concreto: se affido mio figlio ad una babysitter non mi interessa che lei, se il bambino si rompe il braccio, sia disposta a pagare per questo incidente. Mi interessa che sappia prevedere che lui non si faccia male. La responsabilità è la relazione che ci lega a tutti gli esseri: un legame libero, non basato sulla dipendenza, ma sulla reciprocità, la chiarezza e l'onestà. Un legame "adulto", maturo, autonomo.

La dipendenza (praticamente tutti, anche se non siamo dipendenti da sostanze, siamo dipendenti nelle relazioni affettive) è una dinamica che ci fa attribuire la responsabilità delle nostre scelte a qualcosa di esterno a noi. Al contrario, chi è responsabile afferma: "tutto dipende da me". Il tema della responsabilità è un concetto ripreso nel buddhismo, che contempla il karma, la legge di causa-effetto. Per il buddhismo il karma è la conseguenza delle scelte individuali a cui l'individuo deve, prima o poi, rispondere. Il karma non è espiazione o colpa, ma la possibilità di riparare alle conseguenze di nostre scelte incoscienti. É un invito a essere responsabili della propria vita.

Prendiamo il famoso esempio delle corna alla moglie/al marito. Chi pensa: "non le/gli faccio le corna, perchè altrimenti verró scoperto" - oppure - "le/gli faccio le corna perchè sono sicuro che non verró scoperto", è irresponsabile e ha paura della colpa e della punizione. Un partner responsabile direbbe invece al compagno/a: "domani ti faccio le corna". In questo modo lascia al partner la libertà di decidere, e dal canto suo fa una scelta lucida e cosciente. Non è controllato dalla paura ed è onesto. Se, invece, ammette l'adulterio dopo avergli/le fatto le corna se ne assume solo la colpa, ma non la responsabilità.

L'irresponsabile, che di solito recita il ruolo della vittima, afferma: "sto male per colpa tua/sua". Chi fa la vittima è convinto che la scelta che ha fatto non sia dipesa da lui, ma da qualcosa d'altro. Per restare nel nostro esempio, chi dice: "Ti ho fatto le corna perchè ero ubriaco/a", sta usando una scusa di comodo per sbarazzarsi della sua responsabilità. In questo modo, peró, si nega tragicamente anche la libertà.

L'amore nella coppia è "amore" solo se è libero e responsabile, altrimenti è dipendenza, cioè una relazione basata su mutui e spesso inconfessati ricatti di paura, come il classico: "Se fai questo ti ameró ancora di piú, se non lo fai ti lascio o ti tradisco". Nella coppia responsabile ci si assume la responsabilità del proprio amore nei confronti del partner. La coppia che si ama è legata l'una all'altro attraverso un centro: il valore dell'amore.

Immaginiamo un triangolo con alle due basi Lui e Lei e al vertice l'Amore. Lui si rivolge a Lei e viceversa passando attraverso il vertice dell'amore. La relazione si costruisce attorno a questo nucleo, che comprende entrambi, e i due partner sono cosí costantemente in dialogo con l'amore. Ma cos'è l'amore? Ci sono tante manifestazioni d'amore possibili. Una caratteristica dell'amore è che non umilia e non offende mai la dignità altrui. L'amore è accettazione incondizionata di sè e dell'altro.

La responsabilità nella coppia che si ama sta nel riconoscere che qualsiasi conflitto che ci oppone al partner è un conflitto prima di tutto interiore. A un livello spirituale, essere responsabili significa comprendere che qualunque cosa facciamo agli altri, in realtà la facciamo a noi stessi. É comprendere che siamo tutti uniti. Soprattutto, chi ama in modo responsabile e libero sa che il bene per se stesso non potrà mai essere ottenuto a prezzo del male dell'altro e quindi non ha nulla da nascondere. É un amore cristallino come la luce del sole.