Due modi diversi per fare una scelta
testo di: Cristina Bassi <> tratto da:  The Living Spirits 

"[L' Intuizione] non denota qualcosa di contrario alla ragione, ma qualcosa di esterno alla provincia della ragione"
Carl G. Jung

1. attraverso l'INTUIZIONE: la maggior parte delle persone tende a descrivere l'intuizione come qualcosa di naturale e la si associa comunemente ad una forma di "conoscenza".

L'intuizione è in relazione anche alla sincronicità, un termine coniato da CG Jung negli anni '30, per definire l'esperienza di "coincidenze" significative per il soggetto, anche se apparentemente non correlate tra loro. Un segno che con l'Universo abbiamo un recipro collegamento...

Peter Deunov diceva che la intuizione è "l'espressione dell'uomo interiore".
Attraverso l'INTUIZIONE : la maggior parte delle persone tende a descrivere l'intuizione come qualcosa di naturale e la si associa comunemente ad una forma di "conoscenza".

L'intuizione è in relazione anche alla sincronicità, un termine coniato da CG Jung negli anni '30, per definire l'esperienza di "coincidenze" significative per il soggetto, anche se apparentemente non correlate tra loro. Un segno che con l'Universo abbiamo un recipro collegamento...

Peter Deunov diceva che la intuizione è "l'espressione dell'uomo interiore".

Nel Gioco ho spesso visto come le abitudini correnti facciano spesso confondere il soggetto sulla differenza tra "decidere" e "intuire".

L'intuizione non è un atto di volontà! Il processo "l'intuitivo" induce a far cercare l'informazione dentro se stessi...ed è una azione che ci avvicina al sentire della nostra anima, che ci suggerisce "cosa è opportuno ed indicato che accada ora", per dirla nella terminologia della mossa del Gioco, che chiama questa opzione "flash intuitivo" e chiede che il giocatore per agirlo si sottoponga ad un... test molto veloce!

Il risultato di tale test, dirà al giocatore interessato se la sua intuzione era appropriata e quindi potrà fare ciò che ha detto preventivamente, oppure no...ed in tal caso non farà l'azione ma si prenderà una "lacrima" come segno di un impedimento da superare e capire.

Come vivi, se la vivi, la tua intuizione? Impari ad ascoltarti, ti fidi delle informazioni che affiorano alla tua coscienza anche se appaiono apparentemente sconnesse dal contesto e non logiche? Attraverso l'ATTO DI VOLONTA' ovvero "la casella di gioco del LIBERO ARBITRIO:

Nel LIBERO ARBITRIO, serve usare la volontà, decidere, agire e poi verificare le conseguenze attraverso il Responso dell'Universo.

Vuol dire essere disponibili ad assumersi le conseguenze della decisione/azione scelta e attuarla. Tali conseguenze nel Gioco, possono essere molto gratificanti, benevole oppure essere dei moniti e ...delle "sgridate", sempre in un linguaggio simbolico.

In che modo operi una scelta nella tua vita? Lanci un dado, usi il pendolo, ne discuti con un amico, fai una lista di pro e contro, ti affidi al caso del momento, fai una meditazione, guardi le statistiche... o che altro?

Quale delle due opzioni è meglio usare per fare una scelta?
Non esiste una regola rigida. Alcuni di noi sono più a loro agio (anche per temperamento) ad usare l'una o l'altra "funzione". Dipende poi dall'argomento che dobbiamo affrontare, dalle circostanze, dal tempo biografico in cui ci troviamo a dover decidere.

Ma anche dipende da che autorità abbiamo dato ad entrambe le funzioni e soprattutto quale abbiamo scelto come prioritaria e rassicurante per prendere le decisoni nella nostra vita.

Certo è che se tra le due c'è conflitto, è molto probabile che rimandiamo delle scelte e che ci sentiamo paralizzati in qualche ambito.

Che fare poi se l'intuizione dice una cosa e il libero arbitrio un'altra?

In tal caso serve una soluzione creativa che ci consenta di dialogare internamente e rompere questo circolo vizioso, per poter compiere l'azione (a volte nel dubbio ci congeliamo e fossilizziamo!) ma anche decidere, perchè no?, di usare questa problematica come obbiettivo per fare un seminario con il Gioco!

"Solo la luce è una guida sicura. Per questo, prima di prendere qualsiasi decisione importante, concentratevi per qualche minuto sul mondo della luce, e chiedete in che modo agire. La risposta giungerà a voi sotto forma di pensieri, di sentimenti, di sensazioni o di simboli. Se quella risposta è chiara, potete agire. Ma se provate apprensione o siete turbati, se vi sentite incerti, significa che certi ostacoli o correnti ostili vi sbarrano il cammino. Allora, rimandate la vostra decisione a più tardi, sospendete la questione e non agite prima che la via da seguire sia chiara e libera. Il cuore e l'intelletto sono come degli schermi su cui degli esseri del mondo invisibile - degli spiriti della saggezza - proiettano delle risposte alle domande che vi ponete. Dunque anziché voler realizzare a tutti i costi i vostri progetti personali, domandate al mondo divino se esso non abbia altre intenzioni, altri progetti più convenienti per voi, e poi ascoltate bene le risposte che esso vi darà." Omraam Mikhaël Aivannhov

" Quindi, la volontà è stata data all'uomo in questa forma manifesta, quella che vediamo nelle forze materiali, per la scelta". Edgar Cayce Reading 262-52