Formazione a Distanza
Psicologia dell'Ottimismo

Il corso realizzato dalla D.ssa Anna Fata, psicologa olistica iscritta all’Albo degli Psicologi della Regione Marche e scrittrice, ha un triplice obiettivo:
  • porre le fondamenta teorico-scientifiche dell’ottimismo e dei suoi effetti benefici sulla salute psicofisica,
  • illustrare i numerosi contesti concreti in cui tale disciplina e disposizione interiore può essere applicata;
  • offrire una serie di esercizi pratici e concreti per coltivare tale dinamica interiore.

Gli studi e le ricerche sull’ottimismo si inseriscono nel filone del poderoso lavoro condotto dal Professor Martin Seligman insieme ai suoi collaboratori – pur completandolo e per certi versi superandolo, come è testimoniato dalla nascita del Metodo ArmoniaBenessere® che si occupa del ben-essere olistico della persona, in funzione della sinergia mente, corpo, spirito, e che come tale si avvale di strumenti molteplici che attengono alla sfera emotiva, cognitiva, corporea, spirituale - che si è protratto per decenni ed è attualmente ancora in corso, e che ha portato ad una classificazione di virtù (6) e potenzialità (24) che caratterizzano in modo differente ogni individuo e che trascende gli specifici contesti geografici, sociali e culturali.

Conoscere ciò che ci caratterizza in senso positivo, che può essere valorizzato e messo a frutto contribuisce a delineare un’immagine rinnovata dell’essere umano che va ben oltre l’approccio clinico centrato prima di tutto sulle carenze e sui limiti. Partire dalle potenzialità, dalle risorse e coltivarle non solo consente di vivere in modo più pieno e soddisfacente il presente, ma permette anche di diventare più in grado di affrontare tutte quelle avversità che la vita quotidiana ci presenta.

Un individuo realizzato, soddisfatto e, in ultima analisi, felice può fungere anche da modello di azione e di vita per altri individui ed è in grado di contribuire ad un buon funzionamento della società nel suo complesso. Tutto questo perché un individuo felice costituisce la base di una società ben organizzata, con solidi valori sociali che non vengono scalzati da quelli economici.

In questo senso lavorare sull’ottimismo può avere funzioni non solo terapeutiche, di potenziamento e di coaching, ma anche e soprattutto preventive. Tale approccio può trovare applicazione in tutti i contesti di vita e di azione: nella sfera relazionale, nell’ambiente di lavoro, in quello scolastico, nelle università, nella salute, nello sport, nell’ambito politico e istituzionale.

Il lavoro sull’ottimismo affonda le sue basi sulla psicologia positiva, che si caratterizza per le sue solide fondamenta scientifiche che rappresentano la sintesi di decenni di ricerche e di applicazioni in materia di emozioni e pensieri positivi e dei loro effetti benefici. Non si tratta di un mero ‘pensare positivo’, ma di un approccio attivo, dinamico, concreto, operativo, quotidiano, per la cura del proprio ben-essere globale.

Ben lungi dall’innalzarlo a “panacea per tutti i mali” è possibile considerare tale approccio come un’alternativa innovativa, relativamente recente, che potrebbe valere la pena di prendere in considerazione, per chi desidera essere consapevole di sé, attivo artefice della prevenzione e della cura della propria salute.

Destinatari

Dato il carattere sia teorico, sia applicativo dei contenuti, il corso si rivolge ad un pubblico ampio ed eterogeneo, che ne voglia fare un uso personale, oppure professionale, persone desiderose di applicare concretamente i principi teorici e gli elementi pratici della psicologia dell’ottimismo e, considerando i numerosi spunti di riflessione e di pratica utili nella vita quotidiana, a chiunque ne voglia utilizzare le potenzialità.
Nello specifico, le applicazioni principali della psicologia dell’ottimismo si possono effettuare nei seguenti settori:
• la psicologia e le discipline votate alla cura (età evolutiva, età adulta, età matura);
• la medicina e le discipline preposte alla terapia (informazione, prevenzione, cura, riabilitazione);
• la scuola (miglioramento delle pratiche di docenza e di apprendimento);
• il lavoro (per rendere più efficace la leadership, il team building, la concentrazione, la risoluzione dei conflitti, la produttività);
• le relazioni affettive e familiari (per un atteggiamento più ludico, comprensivo, morbido, empatico, tollerante, ironico);
• la società (per stimolare la partecipazione sociale e civile, la collaborazione e la cooperazione);
• la politica (per un’attività più efficace, onesta, finalizzata e produttiva).

Il corso, in ogni caso, offre anche degli spunti di riflessione e di pratica che possono essere applicati anche nella vita quotidiana, per sentirsi più realizzati, più in armonia con se stessi, con gli altri e intrecciare con loro relazioni solide e serene. Per questa ragione, non richiedendosi requisiti specifici per la sua fruizione, il corso può essere utilmente frequentato da tutti coloro che hanno il desiderio, la voglia, la curiosità e l’apertura mentale verso un approccio innovativo, da poco introdotto in Italia, sebbene ben avviato e collaudato oltreoceano grazie ad oltre quaranta anni di ricerche scientifiche sul campo.

Argomenti trattati

  • Studi, Ricerche, Benefici, Applicazioni;
  • Potenzialità della saggezza e della conoscenza;Potenzialità del coraggio;
  • Potenzialità dell’umanità; Potenzialità della giustizia;
  • Potenzialità della temperanza; Potenzialità della trascendenza;
  • Strumenti di valutazione e applicazioni;
  • Esercizi sui principi fondamentali della felicità;
  • Appendici e Bibliografia